25 APRILE E 1 MAGGIO DELLA LIBERTA’: GIOVANNI BARBARESCHI.

Mino Carbonara E' arrivato un "nuovo 25 aprile" e un "nuovo Primo maggio" e soltanto l'emergenza indotta dal coronavirus farà si che sarà spenta, solo per quest'anno, la mia indignazione e perplessità su una usanza che purtroppo da tempo ha preso piede nella stragrande maggioranza delle diocesi italiane: quella di celebrare le feste dell'iniziazione cristiana …